La caratteristica più invidiata del popolo italiano è la convivialità. Dal nord al sud Italia, anche se
in modi differenti, invitare a cena amici e parenti fa parte dei piaceri quotidiani.
Ma quando ci si ritrova ad avere poco tempo per preparare qualcosa di elaborato che stupisca i
nostri ospiti, come fare?
È qui che ci viene in aiuto il tagliere. E la buona notizia è che realizzare un buon tagliere di salumi
e formaggi non è solo una faccenda per esperti.
Per stupire e coccolare i nostri ospiti, il segreto è cercare prodotti tipici unici e originali, magari
che abbiano una storia da raccontare e che restino nei ricordi dei commensali anche nei giorni
seguenti. Durante le feste ricorrenti, perché non scegliere un tagliere per l’antipasto, che piaccia
a tutti e che ricordi le tradizioni di sempre?
Uniamoci anche la scelta del vino, scoprendo il migliore da abbinare al nostro tagliere. Il tutto
può diventare un modo per divertirsi, imparando e giocando allo stesso tempo.
Dunque, spazio al tagliere, di salumi e formaggi e non solo, un vero piatto all’italiana che
cambia di regione in regione e che ti permetterà, abbinandolo ad una buona bottiglia di vino, di
accompagnare gli invitati in un vero e proprio viaggio enogastronomico alla ricerca
delle eccellenze locali e delle altre regioni d’Italia.

Ecco 5 semplici regole per realizzare un buon tagliere di salumi e formaggi

  1. acquista prodotti di qualità, perché un formaggio o salame che non sa di nulla, per quanto bene venga presentato, non sa comunque di nulla.
  2. non servire mai il formaggio freddo di frigorifero. Tiralo fuori dal frigorifero almeno mezz’ora prima di servirlo.
  3. disponi sul tagliere prima i formaggi e i salumi, poi alcuni ingredienti abbinabili, come ad esempio olive, pomodorini, sottaceti, uva, fichi ecc., che sono dei complementi perfetti sia per i formaggi che per i salumi.
  4. abbina ad ogni formaggio il suo complemento ideale, come ad esempio potrebbe essere una conserva di cipolle.
  5. Una volta disposti tutti gli ingredienti, il tagliere deve essere completamente ricoperto, in questo modo l’effetto finale sarà migliore.

Quando il tagliere sarà pronto, portalo in tavola, sarà anche un bellissimo centrotavola da condividere e dal quale tutti potranno prendere ciò che preferiscono.

Quale Vino Scegliere?

Se cerchi un vino da abbinare ai formaggi stagionati, scoprirai che le scelte possibili sono davvero tante. In generale formaggi sapidi come parmigiano, grana e pecorino vogliono vini rossi di buon corpo, in base al grado di stagionatura. Quelli più morbidi come una Toma giovane e  Fassano invece, si abbinano benissimo ai vini bianchi freschi e leggeri. E il Castelmagno? Un formaggio così nobile vuole un vino rosso altrettanto nobile.

Il vino perfetto da abbinare al salameIl salame è un prodotto tipico italiano e ogni regione, anzi ogni provincia ha la sua versione che può essere più o meno grasso, speziato o salato. Le varianti sono molte, così come i vini che lo possono accompagnare. Una cosa certa è che vino e salame vanno molto d’accordo insieme. Prendiamo come prima scelta il  vino rosso, che in questo caso dovrebbe essere non troppo strutturato.

Questi sono alcuni suggerimenti, ma l’abbinamento migliore fra vino e formaggi e salumi sarà quello che sceglierai tu. L’importante è andare a scoprirlo……. 

“Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene.”

Virginia Wolf