L’uva è l’ingrediente base di questa chicca gastronomica, e la ricetta dell’uva sciroppata è davvero semplice! Abbiamo pensato di trasformare questo meraviglioso frutto aggiungendo solo sciroppo naturale fatto con acqua e zucchero di canna.

Prima di tutto è una conserva da preparare nel mese di settembre, quando l’uva è fresca e facile da trovare, e da poter consumare poi durante tutto l’anno. Inoltre è ottima per la colazione, come bagna per le torte o per la preparazione di alcuni dolci.

Agli step di preparazione si aggiunge la sterilizzazione (vedere l’articolo qui), ovvero il corretto trattamento termico che ci permette di conservare al meglio il prodotto per lungo tempo nei barattoli senza rischi, mantenendo inalterato il sapore e la salubrità.

Ingredienti

  • 1 Kg di Uva Bianca
  • 1 Limone
  • 500 gr di Zucchero di Canna
  • 1 Litro d’Acqua

Preparazione

  1. Per prima cosa lavare bene l’uva. E’ da preferire l’uva senza semi, ma se si ha a disposizione solo quella con i semi bisognerà tagliare a metà ogni acino e togliere tutti i semini.
  2. Subito dopo si dovrà preparare lo sciroppo mettendo l’acqua e lo zucchero in un pentolino e facendo cuocere a fuoco basso fino a poco prima dell’ebollizione.
  3. Nel frattempo iniziare a riempire i barattoli (dotati di coperchio a chiusura ermetica) con l’uva precedentemente lavata.
  4. Aspettare che lo sciroppo diventi tiepido e versare fino a coprire gli acini di uva in ogni barattolo.
  5. Versare un cucchiaino di succo di limone spremuto in ogni barattolo.
  6. A questo punto chiudere i barattoli con i coperchi e farli bollire seguendo la procedura necessaria per la sterilizzazione. 

Un Consiglio

Rimanendo troppo tempo nell’acqua bollente, l’uva, anche se racchiusa in un barattolo, tende a perdere la propria naturale croccantezza. Per evitare di ottenere un’uvetta “floscia”, si consiglia di velocizzare il processo di raffreddamento dell’acqua (della sterilizzazione), aggiungendo ghiaccio o acqua fredda, e rimuovendo man mano quella bollente. In alternativa, è possibile immergere la pentola bollente con i vasetti nel lavello riempito d’acqua ghiacciata.