Le lumache: un tipico clichè legato ai Francesi col naso all’insù in ristoranti di classe dalle porzioni invisibili. Eppure, le lumache non sono un alimento di origine unicamente francese, al contrario, fanno parte dell’alimentazione italica da secoli.
Questi piccoli animaletti terreni sono stati da sempre protagonisti di dibattiti gastronomici, considerati a tratti prelibatezze senza eguali ed a tratti piatto popolare per sempliciotti; è l’Ottocento a porre indiscutibilmente le lumache in un ipotetico piedistallo gastronomico.

Ma quali sono le qualità di questo piccolo animale considerato così sensazionale?
Ecco 5 buoni motivi per assaggiare queste prelibatezze.

 

  1. Sono sostenibili per l’ambiente: se vengono paragonati agli altri allevamenti di animali, gli allevamenti di lumache sono “green”, ovvero non producono reflui o emissioni inquinanti e hanno un effetto benefico terreno ed ecosistemi naturali. Non solo, il contributo all’effetto serra è molto basso, così come l’impatto ambientale. Inoltre, le lumache vanno alimentate con prodotti o scarti vegetali.
  2. Sono gustose: la carne delle lumache risulta essere tenera e molto gustosa. Si tratta di un tipo di carne versatile: è infatti possibile abbinarla con altri alimenti. Ad esempio, con diversi sughi, con il burro, con aglio e prezzemolo. Sono buonissime anche solamente in umido, fritte o alla brace.
  3. Sono salutari: non tutti sanno che la carne delle lumache è magra e ricca di proteine. Inoltre, difficilmente può contenere tracce di farmaci. Sono ricche di acidi grassi polinsaturi, utili a contrastare il colesterolo cattivo (LDL) e povere di grassi saturi. Per finire, le lumache sono anche una fonte di vitamina B12, più delle carni rosse. Insomma un vero e proprio super alimento!
  4. Sono un alimento tradizionale: la prima traccia di quanto fossero apprezzate in passato risale all’Impero romano con il De Re Coquinaria di Apicio. Piatti a base di lumache sono presenti nei volumi su cui basa la nostra cultura gastronomica come La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene” di Pellegrino Artusi, “L’arte di utilizzare gli avanzi della mensa” di Olindo Guerrini o “Il cucchiaio d’argento” e ogni regione italiana possiede almeno un piatto a base di lumache.
  5. Sono l’alimento del futuro: già, oltre a quello del passato, le lumache potrebbero rappresentare anche un alimento del futuro. Le chiocciole, infatti, sono una delle migliori risposte alla crescente domanda mondiale di proteine animali: facili da produrre e con il minore impatto ambientale possibile.

E tu, non sei curioso di provarle almeno una volta nella vita?

Noi possiamo consigliarti le lumache di alta qualità dei nostri amici Danilo e Alberto di Cantalupo Lumache, allevatori di lumache e produttore di sughi. L’azienda si trova su una bellissima collina del comune di Bevagna in provincia di Perugia. Oppure Gaetano di Madame Escargot, che alleva lumache pure e forti come il territorio dove vivono: la Valle d’Aosta. E dopo avere assaggiato i loro prodotti, forse la tua prima volta non sarà l’ultima!

Perché con i prodotti ellsey dolly, il momento Giusto è quello del Gusto.