Per questo Halloween abbiamo scelto di non mangiare, ma di gustare. Di gustare il momento della fine della stagione della raccolta, assaporandone i frutti. Lasciandoci ispirare dalla storia di questa festa, vi proponiamo una ricetta tutta italiana. Ma quali sono le vere origini pagane di questa festa?

Tanti credono che Halloween sia una festa di origini americane. Invece le sue radici sono irlandesi all’epoca dei Celti.
Il nome Halloween è una forma contratta della dicitura All Hallows’ Eve. Hallow in inglese arcaico vuol dire Santo, pertanto tradotto in italiano vuole dire Vigilia di Tutti i Santi.

Un’altra curiosità è che il giorno dell’attuale Halloween era il capodanno celtico, chiamato Samhain. Per questo popolo di pastori, infatti, il nuovo anno aveva inizio il primo giorno di novembre, quando arrivava il freddo e le greggi venivano riportati a valle. Lo Samhain, quindi, non era solo una festa con la quale si celebrava l’inizio di un nuovo anno, ma anche una festa di fine estate e la morte era il tema principale di questo evento. Una scelta legata al fatto che finiva la bella stagione, i frutti marcivano, le foglie cadevano, ma, sotto ad esse, nel sottosuolo, la vita proseguiva il suo corso, preparandosi alla rinascita. Secondo le credenze celtiche lo Samhain chiamava a sé gli spiriti dei morti e permetteva loro di vagare sulla terra, mescolando il mondo dei vivi con quello dei defunti in un’atmosfera a metà strada tra paura e allegria, festeggiamento e terrore.

Halloween in Italia

Halloween è senz’altro una festa molto sentita e importante nei paesi anglosassoni, proprio perché di antica tradizione, ma da qualche anno viene festeggiata in modo pagano anche in Italia. Dolcetto o scherzetto? Sebbene da noi l’usanza di andare a bussare di porta in porta non si è diffusa come in America, la festa di Halloween è diventata col tempo uno degli appuntamenti più attesi dell’anno, apprezzato soprattutto da chi ama mascherarsi. Infatti, la sera del 31 ottobre è d’obbligo indossare un costume: che sia da vampiro, da strega o una semplice parrucca, non c’è festa di Halloween dove non sia richiesto un travestimento.

Oltre al travestimento è interessante preparare anche le tavole in modo da accogliere il momento più tenebroso dell’anno con cibi e pietanze studiate per l’occasione.
Noi abbiamo scelto un mix di stagionalità e cibo della tradizione: abbiamo pensato a una ricetta gustosa e molto veloce usando i prodotti della dispensa d’eccellenza di ellsey dolly.

Si tratta di un primo piatto al forno che stupisce per il carattere degli ingredienti, un menu originale per un pranzo autunnale o invernale con amici e parenti.

Un imperdibile primo piatto cremoso che non contiene né panna né besciamella. La pasta al forno con zucca e salsiccia è un piatto saporito e sfizioso che potete preparare in pochissimo tempo, anche in anticipo.

 

Pasta al forno con Zucca e Salsiccia di Maiale Nero

Ingredienti

Preparazione

  • Riempite una pentola di acqua, salatela e portatela a bollore; serve per cuocere la pasta. Nel frattempo preparate il condimento: sbucciate la zucca, eliminate i semi, i filamenti interni e tagliatela a dadini. Pulite gli scalogni e tritateli finemente.
  • In un tegame fate soffriggere gli scalogni con l’olio per qualche minuto, poi unite la zucca a dadini e un mestolino d’acqua. Aggiungete un pizzico di noce moscata, sale, pepe e coprite con il coperchio. Fatela cuocere per 15 minuti, vedrete che si sfalderà diventando una crema.
  • Quando la zucca sarà cotta, spegnete il fornello, aggiungete 50 g di Trentingrana e frullatela con il robot ad immersione.
  • Eliminate il budello alla salsiccia, sgranatela e fatela sgrassare sul fuoco, in una padella a parte. Eliminate il grasso in eccesso e tenetela da parte.
  • Cuocete la pasta e scolatela al dente, conditela con la crema di zucca, unendo anche un mestolo di acqua di cottura della pasta. Aggiungete la salsiccia, mescolate bene e versatela nella teglia da forno.
  • Spolverizzate con il Trentingrana rimasto e cuocetela in forno preriscaldato a 180° per 12/13 minuti. Gratinate la superficie per 2/3 minuti e sfornatela.

La pasta al forno con zucca e salsiccia è pronta, gustosamente autunnale, per entrare con profumi e calore nel cambiamento della stagione fredda e accoglierla assieme ai vostri ospiti. 

Da accompagnare vi proponiamo un buon vino rosso di nome Indovino dell’azienda Corte San Ruffillo che si sposa a meraviglia con gli arrosti succulenti, la cacciagione e con tutte le pietanze a base di funghi. Con i primi invernali più sostanziosi, con i formaggi erborinati o di media e lunga stagionatura dà il meglio di sé.