In Liguria alcuni olivicoltori stanno già raccogliendo i frutti della stagione estiva di maturazione. Le olive taggiasche, più scure, vengono usate tradizionalmente per una ricetta dell’entroterra ligure: il coniglio alla ligure, dove il gusto selvatico del coniglio si mescola a quello ricco e aspro dell’oliva e alla dolcezza dei pinoli.

Noi proponiamo la versione della ricetta dell’olivicoltore Boeri, di cui consigliamo i prodotti che con cura produce da sempre e che rinnova ampliando il tradizionale olio di olive extravergine Monocultivar Taggiasca, con ingredienti aromatici, creando condimenti dai profumi e sapori che rinnovano ogni pietanza, e selezionando zone di raccolta per renderlo puro, come l’Olio extravergine di oliva DOP Riviera dei fiori.
La sua ricetta del Coniglio alla Ligure cita anche una famosa interpretazione: potremmo dire, una ricetta da Oscar!

Infatti chi è amante del cinema ne avrà sentito parlare durante la proiezione del film premio Oscar “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino, dove in una scena, il cardinale Bellucci, interpretato da Roberto Herlitzka, svela ai commensali, durante la cena, i segreti e gli ingredienti del popolare piatto della tradizione ligure, citando anche le Olive TaggiaschePer un pranzo o una cena da Oscar non vi resta che mettervi all’opera seguendo le nostre semplici e pratiche indicazioni!

La Ricetta

Ingredienti per 6 persone

1,2 kg coniglio giovane di allevamento biologico meglio se a km zero
aromi:
qualche foglia di salvia
1 mazzetto timo
1 mazzetto maggiorana
3 foglie di alloro rosmarino
2 spicchi di aglio
100 gr di Olive in salamoia di esclusiva varietà Taggiasca dell’azienda Boeri
1 bicchiere di vino rosso
brodo di carne q.b.
20 gr pinoli
Olio Extra Vergine di Oliva DOP Riviera Ligure – Riviera dei Fiori dell’azienda Boeri q.b.
Sale
Pepe

Preparazione

Per prima cosa lavate, asciugate e tagliate il coniglio a pezzi.
Terminata questa operazione, scaldate in un tegame capiente l’olio extra vergine di oliva con gli spicchi d’aglio schiacciati che poi toglierete; unite il coniglio e rosolatelo, poi aggiungete gli aromi. Cuocete fino a quando il coniglio avrà assunto un bel colorito dorato.

Aggiungete il bicchiere di vino rosso e lasciate evaporare, quindi unite le olive Taggiasche.

Aggiungete i pinoli, amalgamate tutto per bene e poi coprite il coniglio con un coperchio. Lasciate cuocere per circa un’ora finché il coniglio non diventerà tenero (la carne dovrà staccarsi facilmente dall’osso). Di tanto in tanto aggiungete un mestolo di brodo in pentola e fate cuocere il tutto a fuoco lento. Impiattate il coniglio irrorandolo con abbondante sugo di cottura e… buon appetito!

Ricordate che la stagione migliore per l’acquisto di un buon olio sta arrivando! I nostri olivicoltori stanno raccogliendo già da qualche settimana, e per te ci sono eccelse qualità tra le quali scegliere, in base al tuo personale gusto, tutte italiane e certificate da ellsey dolly:

Dario Toscani, ad esempio, del comune di Giulianova in Toscana, Monterisi invece è un olio pugliese, il Frantoio Montecroce delle colline del Lago di Garda produce un olio delicato, e infine il protagonista di questo articolo, l’olio di olive taggiasche di Boeri.