Pane e olio sono due elementi essenziali della nostra dieta mediterranea che rappresentano una merenda sana e, quando abbinati a delle verdure o a un po’ di pesce, una fetta di pane e olio può diventare il miglior pasto che ci sia!

Infatti, come osserva Dottor Marco Silano, direttore dell’Unità Operativa Alimentazione, Nutrizione e Salute dell’Iss, “è dimostrato dalle evidenze scientifiche che i due alimenti si migliorano a vicenda dal punto di vista nutrizionale. L’olio si accompagna benissimo al pane, riducendone l’indice glicemico e, in una dieta varia ed equilibrata, può rappresentare un’ottima merenda per i bambini”.

Come abbiamo detto, per gli adulti, si può arrivare perfino ad un piatto unico. «Se di sera – dice Silano – si torna stanchi o si ha poco tempo, mettendo insieme pane e olio con qualche altro ingrediente, ad esempio gli omega3 del pesce azzurro ed i micro-nutrienti del pomodoro, si ottiene un pasto sano e completo».

Tutto ciò, a patto che si scelga alimenti di prima qualità, ovvero olio EVO (possibilmente spremuto a freddo da agricoltura biologica), e pane realizzato con grani antichi o comunque con farine bio integrali non trattate.

Pane e olio, fa bene perché

  • è un alimento completo, che consente di mantenere la linea, perché con una sola fetta si assumono carboidrati, vitamine B1, B2, B6 e B9, ferro, magnesio, zinco e potassio, senza mai grassi saturi.
  • è l’ideale per la salute cardiovascolare: gli acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi dell’olio sono grassi sani, che permettono di mantenere il colesterolo cattivo ai livelli ottimali.
  • apporta buone quantità di vitamina E, quindi contrasta l’aterosclerosi e regola la pressione sanguigna.
  • aiuta la digestione e combatte la stitichezza.
  • è un rimedio antidepressivo. L’olio d’oliva contiene polifenoli, grassi monoinsaturi e antinfiammatori che apportano benessere aumentando i livelli di endorfina. Vi farà stare bene perché fa bene al vostro organismo, al cuore a alle cellule in quanto ne frena l’ossidazione.

Se volete iniziare la giornata con una marcia in più, allora non abbiate dubbi. mangiate una fetta di pane con olio d’oliva. Buonissimo!

Seguendo questo tipo di alimentazione, impariamo a riscoprire i sapori di un tempo, non solo perché sono meno artificiosi, meno elaborati, meno raffinati, ma perché conservano quel gusto e quella genuinità che stiamo andando perdendo sempre di più.

Un detto dice che le cose semplici sono anche le migliori: ecco alcune semplici e facili ricette per gustare questa sana e versatile leccornia.

Pane con olio e aglio (il classico)

Tostate une fetta di pane d’avena o di segale. Strofinate un dente d’aglio e poi condite con un filo d’olio.

Pane, olio e avocado

Mettete delle fette di avocado sul pane abbrustolito e condito con un filo d’olio.

Pane e olio con salmone

Di solito si usa il burro come da tradizione del nord Europa, ma provate la fettina di pane con il salmone e un olio “nuovo” e buono. Aggiungete anche un po’ di succo di limone e del pepe bianco macinato o delle finocchietto.

Pane, olio e pomodoro

La classica bruschetta con il pomodoro tagliato a dadini che potete arricchire con una grattugiata di pecorino o basilico tritato o origano.

Pane, olio e peperoni

Potete friggere i peperoni, oppure tagliarli semplicemente a strisce e cuocerli in forno con olio e uno spicchio di aglio. Quando saranno morbidi, serviteli ancora caldi su delle fette di pane toscano abbrustolito e condito con un filo d’olio crudo.

Pane, olio e cioccolato

Eccovi un abbinamento gourmet! Mettete su una fetta di pane e olio del buon cioccolato fondente e, per dare un tocco frizzante al gusto ed esaltarlo, aggiungete anche un pizzico di sale. Il risultato vi stupirà.

Per noi gli oli dei frantoi migliori sono tutti italiani, ovviamente. Ogni regione di Italia ha il suo particolare olio, ma per la nostra dispensa abbiamo selezionato l’esperienza dei piccoli grandi produttori di

dalla Liguria il nostro olio Boeri, dalle gustose e pregiate olive taggiasche. Il grande classico e pregiato è il Monoclutivar Taggiasco. Boeri non si limita a un olio solo, ma a più colture e ricette. Ad esempio, Olio Cru Oxentina deriva da colture della regione Oxentina raccolte il 21 gennaio. Una piccola produzione di eccellenza che sul vostro pane spiccherà di gusto!

dall’Abruzzo, olio Toscani coltiva ettari di oliveti antichissimi, ottenendo oli crudi estratti a freddo come il loro Olio Extravergine di Oliva da tavola. Ad essi aggiunge gusti per aromatizzare in un solo colpo ogni piatto: come l’Olio al Limone e l’Olio al Peperoncino, perfetto per dare un tocco in più alle bruschette!

dalla Puglia, olio Monterisi, da metà Ottocento produce olio pregiato dalla bassa Murgia. La sua particolarità è che estrae olio da olive di diversi tempi di raccolta, consentendo una produzione di diversi gusti e intensità di olio extravergine, per ogni palato. Ad esempio, Olio Fruttato Verde è estratto da olive all’inizio della invaiatura. Monoclutivar Croatina invece è raccolto a mano con metodo Biologico.

dalle Colline del Garda, Frantoio Montecroce produce olio da 50 anni delle colture antiche del Garda, unendole in miscele uniche. I suoi oli sono caratterizzati da un sentore di mandorla, come ad esempio nell’Olio extravergine Terre Rare, limpido e delicato.

Vuoi assaggiarli? Manca poco all’apertura del nostro punto degustazione! Ma intanto puoi sceglierli da casa tua, cliccando col mouse sul nome dell’olio che ti ha incuriosito. Il momento è buono per ordinare il tuo, non aspettare che le scorte dei piccoli produttori finiscano, la prossima raccolta sarà tra un anno!