Questa Pasqua sarà strana, speriamo unica. Nella sua particolarità però vogliamo mantenere le buone tradizioni di cui il nostro Paese è ricco: facciamoci abbracciare dalla tradizione della Colomba Pasquale.

Anche nei momenti di crisi, la cucina può unire! Questo è il nostro pensiero e anche quello di tanti Italiani, che negli ultimi giorni si sono riscoperti amanti del cibo fatto in casa e dei prodotti di qualità.

Nella nostra tradizione degli ultimi 100 anni, la Pasqua porta in tavola la Colomba Pasquale, un pane dolce con la forma del simbolo cristiano di pace e resurrezione dopo la crisi. Uno dei simboli del quale in questo momento abbiamo più bisogno.

Ma è davvero così giovane la ricetta della Colomba? Forse no!

Infatti essendo un simbolo così antico, è probabile che nel passato esistessero cibi a forma di colomba, come pani e focacce delle festività: i simboli erano più usati in passato che oggi, come buon auspicio e come dono augurale.  Un altro buon motivo per proseguire nella tradizione anche oggi e in questo preciso momento storico.

A proposito di focacce, proprio la fugassa veneta pare potrebbe essere l’antenata della tradizionale colomba: una variante di questa ricetta, infatti, prevedeva l’uso di mandorle e nocciole e a volte veniva tagliata proprio a forma di volatile.

Sarà da questa antica ricetta che la ditta Motta prese ispirazione quando decise di utilizzare i macchinari del panettone natalizio anche per altre festività?

Consigli sulla scelta della Colomba Pasquale

Passiamo ora al produttore di fiducia garantito ellsey dolly, che vi proponiamo oggi per la grande passione dietro i due giovani volti: i fratelli Bonfissuto, maestri pasticceri di Canicattì.

L’azienda Bonfissuto è cresciuta in un ambiente molto concorrenziale, com’è quello dei dolci tipici siciliani. L’anno scorso hanno raggiunto anche la tavola del Papa e l’anno prima vincevano un prestigioso riconoscimento in occasione del Super Taste Award in Belgio, diventando “stellati”.

[…] Per restare in Sicilia, a Canicattì, serve perseveranza, passione. Io avevo un sogno ed ho voluto, fortemente, realizzarlo. Non è facile, ma chi ha voglia e passione, ma soprattutto pazienza, alla fine riesce. La mia è una piccola grande azienda, nei periodi di festa lavoriamo in cinquanta. Il mio successo? Forse non me l’aspettavo, ma la pazienza ha premiato i nostri sforzi”. – Vincenzo Bonfissuto

[…] i giovani devono avere coraggio, devono restare in Sicilia. Non è facile, è vero, ma serve restare. Noi usiamo solo prodotti siciliani, l’amore e la passione, è questa la nostra forza. Diamo ogni giorno il cento per cento, siamo meticolosi in tutto quello che facciamo. Questo lavoro comporta sacrifici e rinunce, serve avere inventiva ed una grande testa. […] Il vero eroe è chi resta”.

fonte intervista rilasciata a (https://www.scrivolibero.it/eccellenze-agrigentine-la-pasticceria-bonfissuto-approda-in-vaticano/)

Una minuziosa e continua ricerca di prodotti d’eccellenza del territorio siciliano
ha portato alla riscoperta, la valorizzazione e lavorazione di materie prime di grande qualità.
Il Cioccolato di Modica, la Mandorla di Avola, il Pistacchio di Bronte. Grazie all’utilizzo creativo della eccellente materia prima siciliana, Bonfissuto ha rinnovato il volto ad un dolce tradizionale. Solo con gusto e selezione, un dolce tradizionale può essere migliorato senza declassarlo.
Ed ecco quindi le varianti che potrete degustare scegliendo le colombe Bonfissuto:
la colomba dalla particolarità siciliana per eccellenza: la Colomba al Pistacchio, con crema di pistacchi annessa. Per i golosi di cioccolato, ecco la Colomba 18 Carati, con cioccolato di Modica e foglia d’oro. Per gli amanti dei gusti delicati ecco la Colomba Amarene, Limone e Franciacorta. Per un tocco estivo la Colomba alle Fragoline e copertura al cioccolato bianco, con l’intero barattolo di dolce confettura allegato.Non siete ancora soddisfatti? Nemmeno loro! Ecco l’elenco completo delle meraviglie gastronomiche dei siciliani Bonfissuto!