Oggi presentiamo Cascina “La Vetriata”, che sarà presente con i suoi prodotti nel nostro tasting point il 5 e 6 Settembre.

Dal giorno che tutto ebbe inizio, son già passati vent’anni; non è stato altro che la celebrazione di un sogno del piccolo bambino che già in tenera età giocava con i suoi animaletti di plastica ed una riproduzione di un vecchio cascinale.

“Le idee erano molto chiare fin da subito.
Dopo 10 anni trascorsi in Francia, il Monferrato casalese diventa teatro di questa bella avventura.
Tutto inizia un po’ per gioco, con 4 capre e un corso di caseificazione in Francia.
Oggi allevo 40 capre, tre mucche e molte galline per le uova.

Il latte di capra prodotto, viene trasformato nel piccolo Caseificio in fattoria, formaggi a latte crudo ed intero.

Il latte viene trasformato secondo la tecnologia della pasta lattica, che consente di ottenere formaggi ricchi di tutte le qualità organolettiche del latte di capra appena munto.
Dalla stessa cagliata, ricca di fermenti lattici e povera in lattosio, si ottengono diverse formaggette di piccole pezzature. Gli animali godono di pascoli e sono allevati con modalità naturali e fieno prodotto in cascina.

Un sogno realizzato per Roberto! Ci ha raccontato la sua storia, dalla quale si capisce la passione che c’è dietro un lavoro di cura e attenzione. Siamo felici di ospitare i suoi formaggi durante l’orario dell’aperitivo, ma soprattutto durante il BRUNCH di Domenica 6 Settembre! Una vera e propria degustazione, per provare i prodotti ospiti del Parco del Gusto di Borgomanero. Prenota il tuo posto!

QUI invece trovate altre informazioni sui prodotti di Roberto, dove approfondisce le proprietà dei prodotti e i tipi di lavorazione. Il sito è molto utile per chi vuole informarsi adeguatamente su ciò che portiamo sulle nostre tavole!

“La scelta di lavorare il latte crudo è dettata dalla consapevolezza di voler fare un prodotto di qualità riconoscibile nei formaggi come espressione di tutto un Territorio e di un saper fare, unico ad ogni realtà aziendale. Nel rispetto poi della sua composizione, il latte lavorato è un latte intero cioè non scremato, perchè è proprio la componente grassa a rivestire un ruolo importante nel conferire aromi e sapori al formaggio.

Niente diventa trascurabile così come la scelta di condurre il gregge al pascolo durante la bella stagione (da aprile a novembre). Il valore del pascolo è noto nelle proprietà dovute ad esso, in quanto abbassano nel latte e nei formaggi i valori dei grassi saturi alzando invece, quelli insaturi a favore del colesterolo buono (HDL). Non da ultimo, il gusto e le virtù che le diverse essenze foraggere trasmettono al formaggio, rendendolo oltre che salubre, anche particolarmente squisito, tanto quanto gli aromi contenuti nel pascolo.”