Da dove nasce il rito del Brunch? E perché sta prendendo così piede anche in Italia?

Domenica mattina: finalmente niente sveglia, ci si alza riposati, ancora un po’ assonnati, serenamente si guarda fuori dalla finestra il sole già sorto da un po’, ripensando alla sera precedente, quando di sabato si è stati in compagnia di gli amici o parenti fino a tardi.

Il primo pensiero va alla colazione… Ma l’orologio ci fa chiedere se effettivamente non sia già ora di pranzo. No, ancora non lo è. Che fame!

Che si può fare?

Se di cucinare non hai voglia e vuoi continuare a dedicare la domenica al relax fisico e mentale, la risposta è nelle abitudini ottocentesche dei nobili inglesi: il Brunch!

Chi di voi non ne ha mai provato uno… dovrebbe farlo!

Il Brunch è il pasto perfetto per quando al mattino non si ha molta fame o ci si sveglia tardi ed affamati. È l’unione del termine breakfast e lunch, ovvero un connubio tra colazione e pranzo.

Il Brunch ha origini inglesi, abitudine dei signorotti che partecipavano alle battute di caccia, probabilmente con lo stomaco leggero per reggere le corse a cavallo, e che, al termine delle stesse, si ritrovavano tutti insieme a gustare un banchetto di portate miste.

Il Brunch è solitamente a buffet, proprio per tradizione, ma oggi in molti locali si presenta come un vero e proprio menù di portate da abbinare che vengono servite al tavolo.

È composto da cibi dolci e salati (proprio per unire i due pasti principali in uno unico e altrettanto godurioso). Solitamente vi sono uova (sotto forma di omelette, uova strapazzate, crepes o gli adorati pancakes) da accompagnare con formaggi, salumi, qualche verdura in insalata o da intingere in creme salate, oppure con alimenti dolci come marmellate, creme di nocciole, miele. Del buon pane tostato o di segale fa sempre da buon accostamento, seguito da frutta fresca, succhi o spremute, yogurt.

Il Brunch è un’abitudine che si è espansa molto all’estero dagli anni ’30 in avanti, da quando prese piede nei locali statunitensi. Ad oggi anche i locali italiani cominciano a proporlo, distinguendosi per il connubio di influenze gastronomiche.

Anche da ellsey dolly, come già sapete, ne abbiamo tenuto uno recentemente. Abbiamo così avuto modo di servire a tutti i partecipanti pancakes, crepes, formaggi delle nostre aziende piemontesi di fiducia (con qualche “ospite” speciale per l’occasione), salumi di piccoli allevatori italiani conosciuti, estratti di frutta fresca e yogurt dell’azienda agricola l’Agrifoglio, realmente a km quasi zero! Oltre a marmellate biologiche, bevande fredde dagli infusi naturali, il nostro aromatico caffè napoletano

Ha avuto così successo che abbiamo deciso di ripeterlo! DOMENICA 4 OTTOBRE, sempre nello spirito del Brunch, serviremo un menù diverso con tante novità. Sono già aperte le prenotazioni, scriveteci per prenotare il vostro posto!

Per scoprire i prodotti presenti nel nostro Brunch della scorsa domenica, visita il nostro sito: potrai portare a casa i prodotti che hai assaggiato e che ti sono piaciuti!