Aceto di Toscana Rosso

7,80

Volume

250 ml

Regione

Toscana

ESAME VISIVO: ROSATO colore rosato – ROSSO colore rosso vivo

ESAME OLFATTIVO: Profumo gradevole. ROSATO con una prima olfazione si avvertono l’amarena e la violetta, tipici aromi del Sangiovese toscano e del Chianti giovane.

ROSSO con una prima olfazione si avvertono l’amarena, la violetta e la prugna i tre tipici aromi del Sangiovese toscano e del Chianti giovane.

ESAME GUSTATIVO: ROSATO equilibrato, armonico, non pungente. ROSSO equilibrato, armonico, rotondo e non pungente.

AFFINAMENTO: ROSATO in botti e caratelli con metodo simile al Solera. ROSSO in botti di legno e caratelli come da antica tradizione di famiglia.

Minimo d’ordine 6: successivi quantitativi multipli di 6 – vedere scelta di assortimento disponibile con Aceto Cuore d’Uva.

COD: 9185 Categorie: ,

PROCEDIMENTO PRODUTTIVO: prodotto 100% naturale ottenuto esclusivamente da uve di Sangiovese Toscano a grappolo corto. Dai vigneti della zona del Chianti vengono raccolte a mano le uve al giusto stato di maturazione, sane e prive di difetti, in modo da conservarne l’integrità ed esaltarne le caratteristiche organolettiche e le peculiarità del vitigno, i suoi aromi, la sua impronta e la componente acidica naturale presente.

La vinificazione delle uve è fatta “in bianco” per il Rosato ed “in rosso” per il Rosso, condotta lentamente per conservare gli aromi ed i sapori delle uve; è seguita con attenzione e cure particolari, data la delicatezza dei processi, non essendo utilizzati antisettici, additivi o conservanti di alcuna natura. Le fermentazioni sono costantemente controllate e condotte in modo naturale, con l’obiettivo di ottenere aceti naturali di alta qualità.

Cuore del procedimento è una fermentazione acetica lenta ed a temperatura costante, eseguita con metodo statico superficiale che richiama l’antico metodo d’Orleans, richiede tempi lunghi e monitoraggi continui, ha bisogno di una vera e propria balia. Il prodotto così non subisce stress e si esaltano aromi e sapori specifici ottenendo un’armonia che solo i tempi della natura, la dedizione e la passione possono dare.

Tale scelta porta ad un notevole risparmio energetico rispetto ai “metodi industriali”.

Azienda

I Natali

Nella suggestiva campagna toscana tra cipressi, viti e olivi vivono “I Natali”; questo è il nome con cui veniva chiamata la famiglia del nonno Giuseppe, del bisnonno Francesco ed ancora indietro fino a Natale, il capostipite che ha dato origine ad una sorta di toponimo che nelle campagne aretine andava ad identificare la famiglia Lisi di Tregozzano (appunto “i parenti di Natale”). Una famiglia di agricoltori che da molte generazioni ha prodotto vino, olio e ortaggi con cura e amore per la natura e per i frutti della terra, offrendo sempre prodotti genuini e di ottima qualità; ha allevato la Chianina con successo, tanto che le macellerie della zona prenotavano in anticipo i vitelli de “I Natali” per averne poi la disponibilità durante le feste più importanti dell’anno. La passione per la campagna, la volontà di riscoprire quei valori e sapori di una tradizione contadina ha spinto Eleonora a ripercorrere l’esempio dei nonni ed a rivalutare ed apprezzare, nonostante la giovane età, la sua storia familiare. Facendo tesoro dei racconti, delle usanze di casa e dei “segreti”, tramandati di generazione in generazione, ha voluto dare, insieme agli zii, Giuliana e Roberto, una nuova impronta e un nuovo slancio all’azienda agricola di famiglia, puntando si sulla tradizione ma allo stesso tempo ricercando prodotti e modelli produttivi d’avanguardia, in una parola, facendo grande innovazione. È così che dall’uva, da sempre centrale nella produzione di famiglia, si è giunti ad un prodotto nuovo, una sfida di qualità superiore, un qualcosa di veramente molto particolare. L’idea di fare un aceto naturale, con caratteristiche balsamiche, che potesse elevare gli odori e i sapori delle uve e dei vini della colline del Chianti, conferirgli complessità ed equilibrio, armonia e piacevolezza, sfruttando le proprietà che le fermentazioni naturalmente imprimono al succo dell’uva ed al vino, è sembrata fin da subito vincente e perfettamente in linea con il background della famiglia. Oggi “Natale” sarebbe orgoglioso dell’impegno e dei risultati della sua prole! Dai vigneti della zona del Chianti vengono raccolte a mano le uve di Sangiovese a grappolo corto al giusto stato di maturazione, sane e prive di difetti in modo da conservarne l’integrità perché possano esaltare le caratteristiche e peculiarità degli zuccheri e degli acidi naturali presenti. La vinificazione e le stesse fermentazioni, basilari per l’ottenimento di un aceto di qualità, sono costantemente controllate e gestite in modo naturale e senza l’impiego di alcun additivo o conservante, con l’obiettivo di ottenere un prodotto di qualità assolutamente naturale.